I musei di Sezze

Nella nostra città esistono attualmente alcuni musei, di cui due privati e due comunali, oltre all'Archivo Storico Comunale. Sono tutti di particolare interesse.

MUSEO LEPINO DELLA CIVILTÀ CONTADINA

Di proprietà dell'archeologo Luigi Zaccheo, ideatore e realizzatore anche dell'Antiquarium.

E' sito a Sezze Scalo, in via Piemonte 35, una strada a destra che si incrocia percorrendo la Statale dei Monti Lepini in direzione Frosinone. Il museo si trova esattamente alle spalle della Banca Popolare del Lazio.

Inaugurato nel mese di novembre 1999, ripropone la vita nelle nostre campagne, con molti reperti d'epoca ed una fedele ricostruzione delle capanne usate dagli agricoltori fino a pochi anni addietro.

Un vero viaggio nel tempo ci viene offerto da un grande ambiente in cui è stato ricreato, con dovizia di particolari, il modo di vivere d'inizio secolo, con annessi arredi originali.

"ACCADEMIA DEL PENSIERO"

Pagina web: www.fabiopironidibondeno.com

Ideale da visitare per gli amanti dell'arte contemporanea, è un museo privato dove sono esposte opere che conducono in mondi lontani la mente e l'animo, tramite un particolare itinerario filosofico mostrato attraverso la fotografia e la pittura. E' situato in pieno centro storico, in via dell'Arpia nr. 3, una traversa della centrale via San Carlo.

E' stato realizzato ristrutturando un antico forno, con amore per quell'arte nascosta che è celata nella Sezze dagli intonaci cadenti.

Ingresso gratuito. Tel. (0773) 887368 - negli orari d'ufficio.

L'ARCHIVIO STORICO COMUNALE

L'Archivio Storico Comunale di Sezze contiene moltissimi documenti interessanti che riguardano la storia della città, tra i quali vi sono pergamene (n. 180 pezzi, dal 1262 al 1717), atti pubblici, semipubblici, privati e, soprattutto, notarili nonchè il famoso statuto della città di Sezze (1547) che detta le norme per l'organizzazione della comunità setina.

Sono di particolare interesse: "Libri consiliorum" (dal 1540 al 1683) - registri cartacei legati in pergamena che contengono resoconti di sedute e delibere comunali;

Cause di confini - registri che testimoniano le controversie sui confini di Sezze con altre città limitrofe, con le relative mappe colorate ad acquarello;

Istrumenti - atti ufficiali, costituiti da tre registri di contratti, "istrumenti" e scritture "pro comunitate" che testimoniano l'attività de "L'Archivio del cancelliere-notaio", preposto alla redazione e alla registrazione dei contratti e degli atti ufficiali del Comune;

Catasti - forniscono informazioni sulla vita economica e sociale della comunità, sulla suddivizione della proprietà pubblica e privata, sui nomi dei proprietari di immobili, sulle divisioni territoriali e dello stato patrimoniale;

Carteggi - registri di lettere ricevute dal Sindaco, dai Priori e dagli Ufficiali della comunità setina, che documentano i rapporti tra la comunità setina e gli organi centrali e periferici dello Stato Pontificio;

"Libri Sindicatorum" - raccolte delle sentenze dei sindicatori, ossia di chi revisionava i conti della precedente gestione pubblica;

Libri Constitutorum o "Libri Maleficiorum" - atti relativi alla fase istruttoria delle cause penali - denunce, querele, interrogatori.

Orario di visita: tutti i giorni (esclusi Domenica pomeriggio e Lunedi) - ore 09.00 - 13.00 e 16.00 - 19.00

MUSEO DEL GIOCATTOLO

Custodice giocattoli, originali o ricostruiti, della tradizione popolare, alcuni dei quali di origine molto antica: flauti, trappole per uccelli, archi, bambole, trottole, palle di pezza, eliche volanti, carrettini etc., realizzati con materiale povero e di recupero.

Al museo è annesso un laboratorio dove, a scopo ludico-didattico, vengono eseguite dimostrazioni sulle tecniche costruttive e sui materiali.

E' mèta privilegiata di scolaresche, studenti, pedagogisti e ricercatori universitari.

Visite su prenotazione

Ingresso a pagamento - Sono previste riduzioni per gruppi e scolaresche.

ANTIQUARIUM COMUNALE

Pagina web: http://www.agora.stm.it/sezze/spazio.htm

Inaugurato nel 1969, conserva numerosi reperti dell'età preistorica (paleolitico medio e superiore, mesolitico, neolitico, età del bronzo), oltre che della fauna preistorica.

Significativi sono i resti di elephas antiquus, gli strumenti litici ed i modelli di crani dell'uomo preistorico.

Belli e di grande valore sono i reperti protostorici: vasi sepolcrali, arredi, oggetti di bronzo, litici ed ossei.

Ma su tutti spicca una copia dell'uomo a "fi" (dipinto rupestre che raffigura schematicamente la figura umana), così chiamata per la sua somiglianza alla lettera Phi dell'alfabeto greco.

Dell'età romana si possono ammirare mosaici policromi, monete, statuette fittili e di bronzo, ex voto, lucerne, elementi architettonici decorati.

L'Antiquarium presenta, inoltre, una ricca collezione di minerali e fossili e una modesta pinacoteca (tele del XVIII e XIX sec.).

E' stato realizzato dal dr. Luigi Zaccheo, illustre archeologo e scrittore di numerosi libri sulla storia di Sezze.

E' stato creato con amore e devozione nei confronti della storia della nostra città.

Si trova in centro e si può raggiungere percorrendo la conosciuta via Roma fino ad arrivare in Largo Bruno Buozzi 1, un piccolo spiazzo alle spalle di Piazza IV Novembre, dove vi è il portone d'ingresso.

Gli orari d'apertura sono i seguenti:

Giorni feriali: dalle ore 09,00 alle ore 13.00 e dalle ore 16,00 alle ore 19,00

Domenica: dalle ore 09,00 alle ore 13,00

Lunedì chiuso

Da visitare. Tel. (0773) 88179

Battocchio